Basso consumo di energia



Risparmio energetico ? Questa è una condizione di primaria importanza nel mondo moderno.

Tanto da volerlo discutere in un capitolo separato.

Noi consideriamo che una delle caratteristiche principale della casa è la sua efficienza energetica.

Pensandoci bene cos'è una casa?
Una costruzione architettonica, un immobile, un mezzo per proteggere Voi e la Vostra proprietà?

Prima di tutto, la casa è un luogo che Vi permette di sentirVi a proprio agio, al sicuro.

La casa – è il luogo dove state al caldo nelle giornate invernale e godete una piacevole frescura nei periodi più roventi d'estate.

E ovviamente un particolare che non possiamo tralasciare – il costo.

E se potessimo rispondervi che tutti questi benefici è possibile averli a costo zero?

Vivere in una casa PASSIVE HOUSE significa praticamente non avere nessuna spesa per il riscaldamento.

Come, la mia casa sarà calda d'inverno senza alcun riscaldamento? E' come una macchina che va senza carburante?

– Sì, qualcosa del genere.
– Fantastico! Immagino però quanto costa costruire una casa così!
– E' vero, è una tecnologia abbastanza costosa.
– Ma ne vale veramente la pena?
Sarò sincero con Voi. No lo so.

Questa tecnologia è nuova, ci vorranno lunghi decenni di sperimentazione per poter giudicare la reale efficacia ed efficienza del metodo.

Nel caso nostro però è tutto più semplice.

Fatto sta, che il materiale isolante per sé (che sia lana di roccia, schiuma di poliuretano o cellulosa, perfino la paglia) – è un prodotto non molto costoso.

Il prezzo totale per l’isolamento di un passive house standard non supera 3 000 – 4 000 euro.

Ed allora, quale sarebbe il problema?

Il problema è che purtroppo, non possiamo costruire una casa solamente di materiale isolante. Una casa del genere non avrebbe nessuna struttura solida e di conseguenza, nessuna resistenza costruttiva.
 
Possiamo però utilizzare una tecnologia che permetterebbe di avvicinarsi alla situazione ideale.

Qui ovviamente stiamo parlando dell'utilizzo delle strutture portanti di legno.

Il telaio  è molto resistente e non diminuisce in nessun modo, ma aumenta, addirittura, l’isolamento termico.

Esistono diversi modi di termoisolazione delle case prefabbricate in legno.

Le tecnologie a disposizione della nostra azienda permettono l'utilizzo di ogni tipologia scelta del cliente.

Abbiamo il piacere di spiegarVi come possiamo far diventare la Vostra costruzione in una casa a basso consumo energetico, o addirittura in una casa che corrisponde agli standard del passive house con un minimo sforzo ed investendo poche risorse finanziarie.

Prima di tutto, basta mettere il termoisolante all’interno della costruzione portante.

Avendo lo spessore della struttura portante e di conseguenza, anche il nostro isolante 200 mm, possiamo raggiungere il coefficiente Lambda 0,170-0,190 W/m²k, il che supera lo standard svizzero Minergie (nella tabella sottostante)
Caratteristica comparativa della efficienza termica.
Tipo del edificio
La casa tradizionale di pietra (spessore mura 500 mm) 1,500
Casa di laminato di legno massiccio (200mm) 0,800
Casa di pannellati di legno ordinario (spessore 145 mm) 0,240
Standard svizzero Minergy 0,200
Casa in pannellati di legno, modello base 0,170
Standard PassivHouse per l'Europa centrale 0,140
Casa in pannellati di legno, modello con medio livello di isolamento 0,140
Standard PassivHouse per l'Europa del nord 0,100
Casa in pannellati di legno, modello con alto livello di isolamento 0,085
 
Questo, ovviamente non sarebbe ancora tutto.

E' possibile ottenere il risultato ancora più evidente applicando il cosiddetto termoisolante di facciata (ad esempio – facerock).
 
Utilizzando questo tipo di isolante di larghezza 100 mm, abbinandolo al termoisolante all'interno della struttura, abbiamo lo strato di isolamento termico complessivo di 300 mm, che ci permette di ottenere il coefficiente Lambda 0,120-0,140 W/m²k. Ciò corrisponde già agli standard di PassivHouse di alcuni paesi dell’Unione Europea come Italia, Belgio, Francia, Spagna.  

Infine, l'ultimo strato dell’isolante potrebbe essere posizionato nella parte interna della costruzione, alle pareti, utilizzando i profili standard per il cartongesso (ad esempio 100 mm).

Questo porterebbe alla riduzione minima dello spazio utile all’interno dell’edificio, però nello stesso tempo, aumenterebbe notevolmente lo strato di isolamento termico, permettendo il raggiungimento dello spessore di 400 mm. Portando in quel modo il coefficiente Lambda a meno di 0,100 W/m²k, superando così gli standard di PassivHouse dei paesi dell’Europa del nord!

 Infine, è molto importante annotare che il costo per trasformare la costruzione che Vi consegniamo noi, in una casa che non richiede le ulteriore spese di riscaldamento, non supera in ogni caso 30-40 euro/m²!
 
 

© 2014 prefabhome.eu

All'inizio della pagina